Assistenza sanitaria negli Stati membri dell’Unione Europea

Quando un cittadino italiano viaggia all’estero, si domanda sempre se il sistema sanitario italiano garantisca o meno i suoi servizi anche su territorio straniero. Bisogno quindi chiarire alcuni punti per comprendere meglio quale sia l’assistenza sanitaria garantita mentre si è in viaggio al di fuori dell’Italia.

Ogni singolo cittadino italiano iscritto regolarmente presso Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), è solitamente in possesso della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). Questa tessera permette di utilizzare i servizi sanitari di base in ogni singolo Paese appartenente all’Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria), e all’interno delle nazioni facenti parte dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein, Norvegia), oltre che ovviamente su suolo svizzero.

eu

La tessera TEAM garantisce quindi, al cittadino italiano, la possibilità di utilizzare il servizio sanitario di un Paese membro dell’Unione Europea, come si trattasse del sistema sanitario del suo stesso Paese. La tessera TEAM non può però essere utilizzata nel caso lo scopo del viaggio sia di per se stesso quello di ottenere delle cure programmate, definite oggi giorno cure ad “alta specializzazione.”  Per questa tipologia di trattamenti è invece necessaria un’autorizzazione specifica rilasciata dall’Azienda ULSS, dopo aver consultato il Centro Regionale di riferimento.

I cittadini non in possesso della tessera TEAM, e che desiderino recarsi in uno dei Paesi sopra elencati, sarà tenuto a richiedere il “Certificato Sostitutivo Provvisorio di Tessera Europea.” Per avere la facoltà di richiedere la tessera TEAM, o in alternativa il certificato sostitutivo, i cittadini dovranno rivolgersi presso gli uffici amministrativi dell’Anagrafe Sanitaria presso il proprio Distretto Sanitario di riferimento.

I cittadini che necessitano di servizi come ossigenoterapia e dialisi sono inoltre tenuti a controllare preventivamente l’opportunità di sottoporsi a tali cure anche nelle strutture presenti sul territorio delle nazioni dove desiderano recarsi.

global_european_union-svg